IL RIEQUILIBRIO DEGLI SPAZI

Assegnare il corretto equilibrio degli spazi e ricercare la miglior funzionalità degli stessi e’ l’esercizio più gratificante per un progettista di interni.

Come in molte altre parti d’Italia, anche a Trieste gli anni ’60 e ’70 hanno rappresentato un periodo irripetibile di demolizioni e ricostruzioni  edili orientate alla sostituzione di un parco immobiliare vetusto e fortemente datato. Spesso però si sono subordinati gli aspetti funzionali con quelli della speculazione, presentando soluzioni di utilizzo e disposizione dei vani che spesso richiedevano un notevole spirito di adattamento; spirito ben accettato dai nuovi proprietari che normalmente affrontavano la novità della proprietà dopo l’esperienza della locazione (caratteristica di quel periodo). La rivisitazione di tali immobili rende attuale la possibile commercializzazione di appartamenti che, diversamente, avrebbero numerose difficoltà nell’essere collocati.

ANALISI DELL’IMMOBILE

Oggi vorremmo analizzare un appartamento costruito proprio in quegli anni,  in una zona semicentrale di Trieste, caratterizzata però da un interessantissima disponibilità di collegamenti e servizi.

L’appartamento misura 105 mq. commerciali ed è composto da un soggiorno, tre stanze da letto, cucina abitabile, doppi servizi, dispensa esterna e due poggioli.

bagni 3d
Planimetria 3d

Le prime due stanze (sulla sinistra dell’ingresso) si affacciano sul tranquillo cortile interno

camera 1
Prima stanza da letto
camera2
seconda stanza da letto

mentre la terza stanza matrimoniale (in fondo a destra) risulta di ampia metratura e dispone di un interessante poggiolo con affaccio sulla via principale.

matrimoniale
Vista dall’alto della stanza matrimoniale

Il soggiorno risulta un pò sacrificato e probabilmente la sua posizione è stata individuata dalla vicinanza della cucina abitabile (di fronte).

soggiorno
Soggiorno

PROPOSTA DI MODIFICA

Il nuovo progetto è stato pensato per inserire l’immobile nell’interessante nicchia degli appartamenti con tre stanze da letto + soggiorno, elemento qualificante in una zona in cui tale tipologia risulta abbastanza introvabile. Si è pensato di riequilibrare gli spazi relativi alle camere operando:

  • uno spostamento di una camera singola nello spazio attualmente riservato alla cucina, leggermente ampliato dal recupero di parte del bagno confinante,
  • trasformazione della stanza centrale in matrimoniale operando un piccolo ampliamento sulla parete che la divide dalla prima stanza singola, in maniera da raggiungere la superficie assegnata per legge alle stanze matrimoniali.piantina camereIn questo modo si ottiene l’esposizione, sicuramente più tranquilla, di tutte le camere verso il cortile interno.
    stanza matrimoniale
    stanza matrimoniale
    Stanza Singola (1)
    Stanza Singola (1)

    Seconda stanza singola
    Seconda stanza singola

Lo spazio recuperato della zona notte, permette di ricavare una zona giorno particolarmente confortevole:

Anche la zona dei servizi ha subito una inevitabile ricomposizione:

Ristrutturazione zona bagni
Ristrutturazione zona bagni

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *